Dalle Dolomiti i segreti dell'origine dei dinosauri

La prima diversificazione dei dinosauri avvenne in seguito a una profonda crisi dell'ecosistema, causata da un rapido riscaldamento globale. E i fossili rinvenuti nelle Dolomiti ricoprono un ruolo cruciale per comprendere l'evoluzione di questi grandi rettili. Lo rivela un nuovo studio, coordinato da Massimo Bernardi del Muse di Trento e Piero Gianolla dell'Università di Ferrara, pubblicato oggi sulla rivista scientifica Nature Communications. Questo sconvolgimento profondo (Episodio Pluviale del Carnico) avvenne circa 232 milioni anni fa, nel periodo Triassico. "Nello studio dimostriamo che i dinosauri, rari e distribuiti in modo puntiforme fino alla crisi, subito dopo diventano abbondati e diffusi in gran parte del mondo, dal Sudamerica, all'Europa e all'Australia", afferma Bernardi. "Inoltre, le accurate datazioni ci hanno consentito mostrare come la fase di diversificazione dei dinosauri sia sincrona in tutto il globo così come l'instaurarsi di ambienti umidi in aree che prima erano aride".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Voce del trentino
  2. La Voce del trentino
  3. La Voce del trentino
  4. Trentino
  5. La Voce del trentino

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Sanzeno

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...